Presentazione Gaeta Calcio Stagione 2012/2013

In una cornice emozionante e festosa si è svolta lunedì sera presso lo Stadio Riciniello la kermesse di presentazione della Pol. Gaeta in vista della stagione agonistica 2012-2013.
Alla manifestazione, denominata “1931-2012….la Storia continua” hanno assistito dagli spalti molti tifosi e cittadini per un appuntamento che ha rappresentato un po’ una novità in quanto mai la presentazione dei biancorossi era stata allestita in questo modo.
Da segnalare in tribuna e sul terreno di gioco la presenza di vessilli biancorossi e striscioni.
Calcio e non solo, poiché ad allietare la serata è intervenuto con le sue canzoni Mimmo Santi, una delle più belle espressioni musicali locali, autore tra l’altro di un omaggio canoro: “Serenata a Gaeta”. Gran cerimoniere della kermesse, Roberto D’Angelis presentatore e responsabile dell’Area Comunicazione della Pol. Gaeta, che in apertura, dopo i saluti di rito ha invitato al microfono l’arcivescovo S. E. Mons. Fabio Bernardo D’Onorio.
Il Pastore della Diocesi ha avuto parole affettuose nei riguardi della gloriosa società gaetana mentre ai presenti ed anche agli assenti, attraverso le varie telecamere di tv e web, ha ricordato quelli che sono i sani valori dello sport. E proprio il presule è stato ringraziato dalla dirigenza biancorossa per la sua enorme sensibilità oltre che buon cuore, che l’hanno portato a stare vicino al Gaeta Calcio in questi prima passi della nuova società.
Una collaborazione silenziosa, com è giusto che sia, ma efficace. Poi è stata la volta del Sindaco Cosmo Mitrano che si è detto “un po’ sorpreso ma contento per quanto fatto finora da Belalba e dallo staff dirigenziale. Devo dire che hanno iniziato col piede giusto. Non mi aspettavo una così bella organizzazione. Per quel che concerne il terreno di gioco, da gaetano sono molto dispiaciuto. Purtroppo la Federazione si è stancata dopo che per tre anni dai miei predecessori aveva ricevuto solo promesse, ma fatti zero. Noi comunque ci stiamo già muovendo e faremo in modo che i disagi per le società e per gli appassionati gaetani siano ridotti al minimo.
Ho recepito con favore l’idea della Pol. Gaeta di istituire ogni anno un Trofeo, che possiamo definire “DELL’AMICIZIA” da consegnare alla squadra vincitrice in un confronto tra la stessa Pol. Gaeta ed una compagine ospite.” E difatti il Gaeta Calcio ha comunicato ufficialmente che il prossimo 13 agosto, con orario ancora da stabilire, al Riciniello arriverà l’Ischia, quotatissimo club della serie D. Un’ amichevole di lusso, ma con un trofeo messo in palio dall’Amministrazione Comunale. Dopo il saluto del delegato allo Sport del Comune, Luigi Ridolfi ha preso la parola il presidente della Pol, Gaeta. “Ce l’abbiamo fatta – ha così esordito Belalba- Credetemi, abbiamo superato e stiamo superando delle grossissime difficoltà. Ma 81 anni di Storia non potevano d’un colpo essere cancellati, spazzando via la più blasonata società sportiva cittadina. Con grandi sacrifici stiamo andando avanti e anzi crediamo di aver allestito una squadra degna di ben figurare. E non dico di più. Potevamo mettere su un team solo ed esclusivamente per salvarci? Come dicono e ripetono i nostri tifosi…Noi siamo il Gaeta”. Chi si è sicuramente emozionato è stato Cosmo Ciccariello, giunto al Riciniello assieme al figlio Paolo.
Anche questa sera la nostra presenza è da intendersi come un atto d’amore verso la Pol. Gaeta.- ha dichiarato lo stesso Cosmo – Siamo ultrafelici di poter essere come Casa Vinicola ancora una volta gli sponsor ufficiali. Aiuterò in tutte le maniere questa squadra.” Altro momento emozionante è stato quello della presentazione della maglia storica biancorossa. Indossata da un Gaeta di altri tempi, la bellissima casacca sarà in campo quest’anno in occasione dei derbies, in primis con Formia e Terracina.
Grande entusiasmo dei presenti al momento della presentazione dello staff tecnico e della rosa dei calciatori 2012-2013. Molto applauditi i tanti giovani del vivaio approdati in prima squadra ed il tecnico Melchionna. L’allenatore calabrese ha chiarito i motivi della sua permanenza a Gaeta: “Lo sapete, ormai sono tre anni che sto qui. – ha detto Melchionna -Sono molto legato a questi colori ed a una città, in cui in pratica vivo, che è entrata nel mio cuore. Pur avendo avuto tante offerte, molte di squadra di categoria superiore, il mio cuore ha detto no. E poi in noi c’è la volontà di riscattarci dalla deludente scorsa stagione. La voglia di far bene è tanta e lotteremo per stare stabilmente nella parte alta della classifica.
Il resto poi si vedrà….”. Sempre con l’accompagnamento dell’inno ufficiale,accolti calorosamente gli altri giovani arrivi, i confermati Elitro e Romeo ed i senior, tutti di esperienza nelle categorie superiori, tra cui gli attaccanti Visciglia, Martinez, Fernandez, il centrocampista Diouf, il portiere Capodici. Quindi a sorpresa i fuochi pirotecnici finali ed un buffet preparato dalla società. Il tutto, per una serata beneaugurante e da ricordare.